CHAMPAGNE!! qui d’autre?

Abbiamo preso in prestito la ormai famosa frase di una pubblicità – “Nesxxesso what else?” battezzando la nostra serata con l’intrigante titolo “Champagne, qui d’autre?”. Cos’altro aggiungere alla parola, alla denominazione che è sinonimo del più importante e prestigioso spumante al mondo? Ma ai ragazzi/e della Compagnia ed ai suoi amici piace parlare, approfondire e scoprire. Leggi di piùCHAMPAGNE!! qui d’autre?[…]

Il Nizza…non chiamatela soltanto Barbera!!

Uno dei messaggi che cerchiamo sempre di comunicare è che un vino non vada mai visto in maniera asettica ma cercando di scoprire taluni aspetti che ce lo facciano ricordare, contestualizzare ed apprezzare. Uno di questi aspetti è sicuramente il territorio, per il suo valore geografico, culturale, sociale ed emozionale, senza dimenticare che, per alcuni Leggi di piùIl Nizza…non chiamatela soltanto Barbera!![…]

Una verticale di successi con il Timorasso

La storia che vi raccontiamo ci parla, negli anni, del lavoro dell’uomo, di attenti esperimenti in vigna ed in cantina oltre, ancora, dell’imprevedibile influenza del clima. A raccontarcela ci sono numerosi protagonisti, legati tra loro da un denominatore comune: un vitigno antico, rustico, forte e sempre elegante, il Timorasso; Poi c’é una azienda che eccelle Leggi di piùUna verticale di successi con il Timorasso[…]

Torino Magazine. La Compagnia del Calice vive la Città.

Nell’edizione Autunno 2013, da oggi in edicola, la rivista Torino Magazine offre numerosi articoli a tema enologico e gastronomico e può così capitare che, tra interviste a personaggi autorevoli quali Joe Bastianich e Michel Troisgros, per citarne alcuni, ristoranti conosciuti ed avvenimenti mondani, a pagina 72 possiate leggere un articolo che parla di noi, La Leggi di piùTorino Magazine. La Compagnia del Calice vive la Città.[…]

Un compagno nel Mandrolisai

Ho sempre ritenuto che contestualizzare un vino con il proprio territorio di appartenenza fosse il percorso più corretto di conoscenza;  se poi si ha la fortuna di scoprire che il vino ed il territorio sono gli stessi di origine della propria famiglia, la degustazione si trasforma in vera e propria emozione. Non sono un professionista Leggi di piùUn compagno nel Mandrolisai[…]

Questione di diminutivo?

Parliamo del Grignolino, uno dei più antichi vitigni autoctoni del Piemonte. Nell’immaginario collettivo è un vino che non gode di grande ammirazione, per lo meno non quella che, se analizzato per le sue peculiarità, meriterebbe. A mio parere la colpa potrebbe essere insita nel diminutivo; pensate per un attimo se si chiamasse Grignolo, Grignolone o Leggi di piùQuestione di diminutivo?[…]

Una bolla biologica

Diano d’Alba, 26 agosto 2012: “AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA ROBERTO BOLLA” Difficile individuare il punto di partenza di questo articolo…forse dalla straordinaria ospitalità della “allargata” Famiglia Bolla? Dalla forte vocazione che essi hanno per l’agricoltura biologica? Dai suoi vigneti o ancora dalla inaspettata mole di piatti preparati a sostegno della degustazione? Tutto ciò insieme diventa però indispensabile per descrivere Leggi di piùUna bolla biologica[…]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi